I webserver più popolari (Apache e IIS) dispongono entrambi di un modulo per il rewrite degli URL.
Questa tecnica è molto gradita ai motori di ricerca ma soprattutto all’utente finale quando si tratta di siti dinamici che hanno parametri poco memorizzabili.

Prendiamo ad esempio il sito che porta nell’URL il parametro page al quale viene assegnato un numero per ciascuna pagina. Si presenta meglio questo: /index.php?page=23 o questo: /mercato-del-forex.html?

Questa tecnica rende gli URL più “amichevoli” (URL Friendly).

Oltre ad un maggiore gradimento da parte del visitatore del sito, gli stessi motori di ricerca apprezzeranno l’uso di un URL riscritto che contiene la chiave forex e la chiave mercato del forex che già a monte identificano il tipo e il contenuto della pagina.

Un po’ di storia

Un tempo questa pratica indispensabile in quanto gli stessi motori di ricerca non indicizzavano le pagine che cambiavano con un parametro, il che vale a dire che nel caso di /index.php?page=23 l’unica pagina indicizzata sarebbe stata /index.php e neanche tanto gradita, dato che l’estensione “preferita” del web era il .htm.